Visitare Capri: isola turistica incontaminata 2

Visitare Capri: isola turistica incontaminata

Capri, una delle tre principali isole del Golfo di Napoli, insieme ad Ischia e Procida, ospita due diversi paesi: Capri e Anacapri, che si dividono già all’arrivo nel porto.

Natura, panorama e mare cristallino

visitare-capri-isola-turistica-incontaminata-300x225 Visitare Capri: isola turistica incontaminata
Faraglioni – Capri

Capri è sicuramente il più conosciuto e apprezzato tra i due, grazie soprattutto alla natura incontaminata che vi regna e alla presenza minima di inquinamento, vista l’impossibilità di muoversi nelle strette viuzze dell’abitato, se non con piccole vetture elettriche.
Il mare cristallino fa da sfondo a tutta l’isola, che vive in una sorta di quiete fuori dal tempo: la stessa quiete che si respira nella celebre Piazzetta di Capri, conosciuta in tutto il mondo e frequentata da sempre dall’alta società.
I Faraglioni di Capri, simboli della cittadina, sono tra gli elementi caratteristici del paesaggio marino: apprezzati da artisti e intellettuali, sono l’affaccio ideale per alcune delle più belle ville dell’isola.

Il panorama e il clima particolarmente favorevole hanno portato anche gli antichi a stabilirsi qui, spesso per trascorrere tranquillamente gli ultimi anni della loro vita o, semplicemente, per trovare l’ispirazione per nuove opere.

visitare-capri-isola-turistica-incontaminata-2-300x201 Visitare Capri: isola turistica incontaminata
Grotta Azzurra – Capri

Lo stesso imperatore Tiberio ordinò la costruzione della celebre Villa Jovis, una fortezza che domina il Monte Tiberio, scendendo fino alla Conca di Cesina. La villa ricorda le tradizionali costruzioni patrizie, con una grande struttura architettonica, un’area centrale per la raccolta dell’acqua e un quartiere riservato ai servi.

Chi visita Capri non può lasciarla senza uno sguardo alla Grotta Azzurra: con una gita in barca si potrà raggiungere la suggestiva cavità, che si trova sul versante nord occidentale dell’isola, e non può essere attraversata se non a nuoto o con piccole imbarcazioni a remi. La Grotta Azzurra è particolarmente apprezzata per i giochi di luce che si creano al suo interno, rendendo l’acqua a tratti azzurra, argentata, oppure blu scura.

Specialità culinarie di Capri

Non mancano, inoltre, le deliziose specialità della cucina napoletana, con qualche particolarità tipica caprese: tra queste, le granite di arancia e limone, i tanti piatti a base di pesce, e l’omonima torta caprese con mandorle e cioccolato. Da provare anche il Greco di Tufo, vino bianco secco, da assaporare ghiacciato come aperitivo o come accompagnamento ad un piatto di pesce.

Post Author: Danila Bronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *