L'isola di Burano: gondole, merletti e case colorate

L’Isola di Burano: gondole, merletti e case colorate

L’Isola di Burano, cuore della laguna nord di Venezia , è in realtà un arcipelago composto da quattro piccole isole, collegate tra loro attraverso un sistema di ponti.

Il nome di Burano deriva dalla porta Boreana, una delle sei porte della città di Altino, antico centro urbano veneto in età romana. I suoi abitanti si rifugiarono nelle isole veneziane nei primi secoli d.C. per sfuggire alle invasioni barbariche, fondando così una nuova comunità. La configurazione urbanistica originaria, basata su palafitte di canne e fango, ha lasciato qualche traccia visibile, così come sono evidenti i segni lasciati dalle costruzioni medievali in mattoni rossi.

L’Isola di Burano: l’antica leggenda dei merletti

lisola-di-burano-gondole-merletti-e-case-colorate-300x200 L'Isola di Burano: gondole, merletti e case colorate
Alcuni abiti in merletto fatto a mano – Burano

Burano è conosciuta e apprezzata in Europa e nel mondo per i suoi merletti: il museo dedicato viene visitato ogni anno da migliaia di turisti, affascinati da un’arte antica e leggendaria. Secondo la tradizione, tutto nacque da uno dei pescatori dell’arcipelago, che riuscì a resistere al fascino delle sirene, rimanendo fedele alla compagna. Per omaggiarlo, la regina del mare gli donò una corona di schiuma, da portare alla sua amata. Visto lo splendore della corona, tutte le donne dell’isola, invidiose del dono, cercarono di imitarla, iniziando a lavorare pizzi e merletti, in modo da ottenere un risultato sempre più raffinato ed elegante.

Burano non è solo leggenda, ma anche storia: la chiesa di San Martino, risalente al XVII secolo, è uno dei simboli della cittadina. Realizzata da Girolamo Bonazza, si caratterizza per alcuni dettagli originali, come l’ingresso atipico: da un primo sguardo, infatti, si nota subito come la facciata non presenti un’entrata, che viene invece spostata su un lato della chiesa. Lo stile lombardo-barocco si mostra in tutta la sua magnificenza, con tre grandi navate e una cappella al culmine di ciascuna, oltre all’altare maggiore, realizzato in marmo rosso di Francia.

A Burano, l’allegria delle case colorate

lisola-di-burano-gondole-merletti-e-case-colorate-2-300x191 L'Isola di Burano: gondole, merletti e case colorate
Le case colorate di Burano

A Burano saltano subito all’occhio i tanti colori: le facciate delle case, decorate con tinte sgargianti, mettono ancora più in risalto l’anima del paese, e attirano da sempre artisti di ogni genere: nei primi anni del ‘900 nacque anche una scuola di pittura, la Scuola di Burano, che vide la partecipazione di alcuni nomi importanti dell’arte veneziana, come Gino Rossi e Arturo Martini.
Da non perdere la Voga alla Veneta, doppio appuntamento di settembre con una delle sfide più classiche di Venezia, che vede fronteggiarsi gondole e mascarete.

Post Author: Danila Bronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *