Montecassiano: borgo intatto del Medioevo

Montecassiano: chiese e musei da scoprire

Vicino ai capoluoghi di Macerata e Ancona, Montecassiano, nonostante le sue ridotte dimensioni, si presenta come uno dei borghi più suggestivi delle Marche.
Grazie ad un’attenta opera di conservazione, infatti, presenta testimonianze autentiche del tardo medioevo e delle varie dominazioni che hanno interessato la cittadina nel corso della storia. La struttura urbanistica, di derivazione medievale, offre molti spunti interessanti, soprattutto dal punto di vista storico-artistico.

Una prima sosta è d’obbligo davanti a Porta Cesare Battisti, prima denominata Porta Santa Croce, munita un tempo di ponte levatoio, e ingresso principale alla città fortificata. Risale invece al XII secolo la Collegiata di Santa Maria della Misericordia, ricostruita poi ad opera di Antonio Lombardo in stile gotico, con particolari vetrate raffiguranti i Santi della Robbia e la Madonna con il Bambino. Quindi un esempio di Barocchetto marchigiano, ovvero la Chiesa di San Marco, risalente al XIV secolo, che presenta interni particolarmente ricchi e sfarzosi, e mostra subito a un primo sguardo la sua particolarità, ovvero il campanile visibilmente privo di cuspide. Il campanile, realizzato presumibilmente negli stessi anni di quello della Collegiata, venne colpito da un fulmine nel 1857, e successivamente si decise di non modificarne l’aspetto così assunto.
Meritano una visita anche i due musei della città, il Museo Archeologico e il Museo delle Confraternite, ospitato all’interno della Chiesa di San Giacomo.

Paesaggi e piatti tipici di Montecassiano

Ma Montecassiano non è solo storia e cultura: il borgo marchigiano colpisce infatti per il suo paesaggio, pieno di sorprese e scorci interessanti. Passeggiando lungo il paese, si può ammirare da diverse angolature, vedendo come la parte cittadina del paese si integri perfettamente con la campagna circostante, dove si possono trovare antiche chiese rurali ed edicole sacre.
Ed è proprio dalla semplicità e dalla genuinità della campagna che derivano i sapori tipici di Montecassiano: primo fra tutti il sughitti, un dolce preparato con mais, noci, mosto e zucchero, simile ad una polenta dolce. Ogni anno ad inizio ottobre si svolge una festa paesana incentrata proprio sulla cucina locale e sul sughitti.

Se i centri medievali fanno per voi, vi consigliamo di visitare anche Grottammare, un altro borgo marchigiano ricco di storia e cultura.

Post Author: Danila Bronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *