Santa Maria di Leuca: l'estate tra ville dell'epoca e grotte marine

Santa Maria di Leuca: in Salento tra ville d’epoca e grotte marine

La porta d’Oriente è da sempre considerata Otranto, ma Santa Maria di Leuca, la punta del tacco pugliese, è forse una delle più suggestive mete estive della regione.

Grotte marine del Salento

santa-maria-di-leuca-lestate-tra-ville-depoca-e-grotte-marine-300x225 Santa Maria di Leuca: in Salento tra ville d'epoca e grotte marine
Grotte Santa Maria di Leuca (Ph @danila_bronico)

In questa frazione di Castrignano del Capo, che conta poco più di 1000 abitanti, si possono ammirare i due mari, l’Adriatico e lo Ionio, nel loro particolare incontro, attorniati da spiagge a tratti sabbiose e a tratti rocciose, con grandi scogli che si ergono in tutta la loro imponenza a pochi chilometri dalla costa.Nelle vicinanze del centro abitato, si possono visitare alcuni complessi di grotte, come le Grotte di Ponente, quelle di Levante, e quelle di Rada, alcune delle quali scavate sul fondale marino, e visitabili solo con la bassa marea. Queste meravigliose grotte marine, rendono il territorio affascinante e misterioso e unico nel suo genere.

Ville ottocentesche di Santa Maria di Leuca

santa-maria-di-leuca-lestate-tra-ville-depoca-e-grotte-marine-2-300x169 Santa Maria di Leuca: in Salento tra ville d'epoca e grotte marine
Villa Santa Maria di Leuca

Di Leuca sono molto conosciute le ville ottocentesche, che colorano la frazione e mostrano i diversi stili architettonici del periodo: in particolare sono presenti vari edifici realizzati dagli architetti Rossi e Ruggeri, anche se durante la seconda guerra mondiale molte costruzioni, private del loro antico splendore, sono cadute in abbandono.
Rimangono tuttora ben conservate, tra le altre, Villa Episcopo, Villa Ramirez, Villa Colosso e Villa Arditi, ognuna delle quali si presenta diversa dalle altre, pur con alcuni elementi comuni, caratterizzanti gli edifici signorili dell’epoca. In queste ville, infatti, non mancano mai un parco e un orto privato, un pozzo, una stalla, e una cappella privata, recante l’immagine della Madonna.

La chiesa principale del paese, ovvero la Basilica di Santa Maria De Finibus Terrae, è stata costruita nel ‘700 per volontà del vescovo Giannelli, che ambiva a fortificare la città e a renderla più sicura di fronte alle continue invasioni turche e saracene. All’interno della Basilica è custodita la Madonna con il Bambino, opera di Jacopo Palma il Giovane. Un’altra chiesa importante di Santa Maria di Leuca è la Chiesa di Cristo Re, la cui realizzazione è stata ultimata nel 1935: molto particolari lo stile romanico-gotico e il pavimento in mosaico.

Da non perdere i dolci tipici di Santa Maria e del Salento, primo fra tutti il pasticciotto, dolce di pasta frolla farcito di crema pasticciera, e la pasta di mandorle, semplice ma raffinata.

Post Author: Danila Bronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *