Locorotondo

Locorotondo

In Puglia, regione dalle mille sfumature, si possono trovare diversi spunti per una vacanza all’insegna del relax e del divertimento, senza dimenticare gli itinerari culturali e i piccoli borghi tipici, dove si respira la tradizione pugliese, con i sapori locali e la tipica architettura conosciuta in tutto il mondo.

Locorotondo, cittadina barese confinante con Fasano, è una delle zone della Valle d’Itria più frequentate dai turisti, attratti dalla sua particolare configurazione urbanistica e dall’abitato caratteristico, composto in gran parte dalle cosiddette cummerse, ovvero case a due o massimo tre piani, con un tetto a due spioventi.
La nascita del paese non è nota, mancano infatti documenti che risalgano alle origini della sua fondazione, anche se sembra essere universalmente accettata la ricostruzione che riguarda il nome di Locorotondo. Sembra infatti che nel medioevo la cittadina sia stata soprannominata “Luogorotondo”, in riferimento al cerchio ideale che racchiude l’intero abitato, e al cerchio concentrico attorno al quale si sviluppa ciascuna delle sue cummerse, concentrate nel centro storico.

Il cuore della città vede anche una serie di chiese di origine variegata, prima fra tutti la Chiesa di San Giorgio Martire, che contiene bassorilievi risalenti al XIV secolo, anche se il complesso è stato modificato e totalmente rivoluzionato nel ‘700, e la Chiesa di San Rocco, che contiene la statua di San Rocco, venerata durante la processione annuale.
Proprio a San Giorgio è dedicata l’annuale festa patronale, dal 6 al 17 agosto, che vede una serie di momenti unici e particolari: tra questi, il 16 agosto. Ogni anno alle 4.00 di mattina la banda cittadina inizia a suonare per le vie di Locorotondo per ricordare a tutti l’importanza di quel giorno, mentre durante tutta la giornata si susseguono concerti e giochi pirotecnici.
Locorotondo è molto conosciuta per le sue 146 contrade, con usi e tradizioni diversi: durante le feste di paese, le principali si fronteggiano in sfide di vario tipo.
Ma il paese è conosciuto anche per il Locorotondo DOC, vino bianco secco, ideale per accompagnare aperitivi, pesce e verdure, sempre servito fresco.
Tipico di Locorotondo è anche il piatto delle gnummeredde suffuchete, composto da trippa d’agnello e cotto a lungo in grandi recipienti di terracotta.

Post Author: Danila Bronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *